7. L'ultimo banchetto di Unnr

Óláfr Feilan era il figlio minore di Þorsteinn, un uomo grande e forte, di bell'aspetto e dalle molte qualità. Unnr lo teneva in maggior considerazione rispetto agli altri e aveva già spiegato ai suoi uomini che quando fosse venuto il suo giorno avrebbe lasciato a Óláfr tutti i possedimenti di Hvammr. Unnr cominciava a mostrare i segni della vecchiaia, così mandò a chiamare Óláfr Feilan e gli annunciò <<Ho pensato, parente, che dovresti sistemarti e prendere moglie.>> Óláfr la prese bene e le disse che era pronto a seguire il suo consiglio al riguardo. Unnr disse: <<Preferirei che il tuo convito nuziale si tenesse alla fine dell'estate perché è più facile rifornirsi di tutto il necessario, dal momento che desidero che i amici accorrano in gran numero, visto che sarà l'ultimo banchetto che predispongo.>> Óláfr rispose: <<Mi sta bene, però desidero sposare l'unica donna che non ti sottragga né averi né autorità.>> Quello stesso autunno Óláfr Feilan sposò Álfidís e le nozze si tennero a Hvammr. Unnr affrontò ingenti spese per il banchetto, perché fece invitare tutti gli uomini di rango degli altri distretti. Invitò i suoi fratelli, Björn e Helgi Bjólan, che arrivarono entrambi con un gran seguito, ma vennero pure suo cognato Dala-Kollr, Hörðr della Hörðradalr e molti altri uomini di rilievo. Al banchetto partecipò un gran numero di persone, benché non fossero nemmeno tutti quelli che Unnr aveva invitato perché le genti dell'Eyjaförðr avrebbero dovuto affrontare un lungo tragitto.
La vecchiaia incalzava, tanto che Unnr non si alzava mai prima del mezzogiorno e si coricava presto la sera. Non permetteva a nessuno di consultarla dal momento in cui andava a dormire la sera finché non si era vestita, e se qualcuno le domandava della sua salute rispondeva stizzosa. Quel giorno Unnr aveva dormito fino a tardi ma era già in piedi quando arrivarono gli ospiti, così andò loro incontro e accolse parenti e amici con dignità, disse che l'avevano fatto con affetto, di affrontare la lunga strada - <<mi riferisco in particolare a Björn e a Helgi, ma voglio ringraziare tutti voi che siete venuti.>> Poi Unnr entrò in sala e con lei una grande compagnia; quando si furono accomodati, tutti trovarono che il banchetto fosse magnifico. Allora Unnr proclamò: <<Mi rivolgo a mio fratello Björn, e a Helgi e agli altri nostri parenti e amici: consegno questa fattoria con tutta la mobilia che vedete nelle mani del mio congiunto Óláfr, perché ne sia il proprietario e la amministri.>> Dopo di che Unnr si alzò e dichiarò che volveva ritirarsi nella stanzetta dov'era solita dormire; li esortò a divertirsi ciascuno come più gli aggradava e assicurò che la birra avrebbe allietato tutti. Si dice che Unnr fosse una donna alta e forte: attraversò la sala con passo sostenuto e tutti notarono che aveva ancora una figura imponente. La sera tutti bevvero finché non fu il momento di andare a dormire. Ma il giorno dopo Óláfr Feilan andò nella stanza di sua nonna e quando entrò trovo Unnr coricata a letto con la schiena appoggiata ai cuscini: era spirata. Allora Óláfr tornò in sala a riferire la notizia; tutti furono colpiti dal modo in cui Unnr aveva mantenuto la sua dignità fino all'ultimo giorno. Così si brindò a entrambe le cose, al matrimonio di Óláfr e al trapasso di Unnr. L'ultimo giorno del banchetto Unnr fu portata al tumulo che era stato allestito per lei, venne deposta in una nave insieme a molte ricchezze e il tumulo venne richiuso. Óláfr Feilan assunse la gestione della fattoria di Hvammr e di tutte le proprietà con il consenso dei parenti che erano andati a trovarlo. Quando la festa volse al termine, al momento di accomiatarsi, Óláfr elargì doni generosi agli uomini più stimati.

Illustrazione di Gordon Browne

Titolo originale: Laxdæla sagaTraduzione dall'islandese antico di Silvia Cosimini
Iperborea, 978-88-7091-541-9
pg. 22-24

Commenti

Post popolari in questo blog

ISU Communication 2076 | ISU Ice Dance Requirements for Technical Rules season 2017/18

ISU World Figure Skating Championships | Short Program, Ladies

ISU European Figure Skating Championships | Short Program, Ladies